Pennellate d’autore Archivi

0

Visita guidata alla mostra di Piero della Francesca a Forlì

Segnaliamo a tutti i potenziali interessati che stiamo organizzando per domenica 8 maggio 2016 una visita guidata alla mostra “PIERO DELLA FRANCESCA Indagine su un mito”, ai Musei di San Domenico di Forlì.

Per ulteriori informazioni o per aderire, potete contattarciaderire su facebook o telefonare a Luisella al 368 3599006.

Il sito della mostra: http://www.mostrefondazioneforli.it/

1

Visita guidata alla mostra “La ragazza con l’orecchino di perla”, Bologna

Come pubblicato sulla nostra pagina facebook, segnaliamo a tutti i potenziali interessati che, a grandissima richiesta, abbiamo organizzato per domenica 18 maggio 2014 una visita guidata alla mostra “La ragazza con l’orecchino di perla, il mito della Golden Age, da Vermeer a Rembrandt, capolavori del Mauritshuis” al Palazzo Fava di Bologna.

(link al catalogo)

Olio su tela, cm 44,5×39

Ragazza col turbante, 1665-1666
Olio su tela, cm 44,5×39

La ragazza con l’orecchino di perla. Pochi altri titoli al mondo evocano, come questo, il senso di una immediata riconoscibilità, di una conoscenza acquisita, di una bellezza suprema e misteriosa.
Assieme alla Gioconda e all’Urlo, si tratta del quadro più conosciuto e più amato nel mondo.
Conservato a L’Aia, al Mauritshuis, fa di quella città olandese uno dei luoghi maggiormente visitati.
Da un paio d’anni il Mauritshuis è chiuso per restauro.
La direzione del museo ha concepito l’idea, che una parte, strepitosa, della collezione prendesse le vie del mondo.
E in questa parte, è inclusa proprio La ragazza con l’orecchino di perla.
Così si è aperta la possibilità che il dipinto, prima di rientrare in Olanda definitivamente e dal Mauritshuis mai più muoversi, potesse toccare un’ultima sede.
La direzione del Mauritshuis ha inteso proporci l’occasione incredibile di avere in Italia, come unica opportunità in Europa, la mostra con La ragazza con l’orecchino di perla.
Spostare un capolavoro del genere, simbolo dell’intera storia dell’arte, non è ovviamente semplice, né cosa che accada tutti i giorni. Anzi, una sola volta nella vita. Adesso e poi mai più.
Due parole sulla mostra. Sono state selezionate un gruppo di 37 opere di qualità eccelsa; a raccontare non solo l’evento legato alla presenza della Ragazza con l’orecchino di perla, ma anche l’intero secolo XVII in Olanda, la cosiddetta Golden Age.
Un’imperdibile occasione per vedere a confronto con Vermeer anche Rembrandt. Ma poi, da Hals a Ter Borch, da Claesz a Van Goyen, da Van Honthorst a Hobbema, da Van Ruisdael a Steen, l’intero secolo sarà così ripercorso attraverso i capolavori del Mauritshuis.

Il prezzo è contenuto (comprende autobus e visita guidata, partenza ore 7:00 da Piazza San Giusto a Gruaro; pranzo autonomo), quindi se siete interessati PRENOTATE !!

Per ulteriori informazioni o per aderire, potete commentare di seguito, contattarci, inviare un’e-mail a: info[at]laruotagruaro.it, joyofliving[at]libero.itmavi2219[at]libero.it, telefonare al  347 8832885 (Gioia) o al 368 3599006 (Luisella).

Il sito della mostra:

(link al catalogo)

Il sito web di Palazzo Fava:

http://www.genusbononiae.it/index.php?pag=26

0

Visita guidata alla mostra “Matisse, la figura” e Palazzo Schifanoia, Ferrara

Come pubblicato sulla nostra pagina facebook, segnalo a tutti i potenziali interessati che stiamo organizzando per domenica 6 aprile 2014 una visita guidata alla mostra “Matisse, la figura. La forza della linea, l’emozione del colore″ al Palazzo dei Diamanti ed una successiva visita guidata al Palazzo Schifanoia di Ferrara.

Dal sito della mostra:

Joaquina, 1911
Olio su tela, cm 55 x 38,5 Praga, Narodni Galerie

“Quel che più mi interessa non è né la natura morta, né il paesaggio, ma la figura.
La figura mi permette ben più degli altri temi di esprimere il sentimento, diciamo religioso, che ho della vita.
Henri Matisse, 1908

Il genio di Matisse ha cambiato il corso dell’arte del Novecento, imprimendo la sua visione nuova ad ogni genere artistico. Nessuno di questi, però, l’ha affascinato quanto la rappresentazione della figura, soprattutto femminile, al punto da impegnarlo per l’intero arco della sua carriera in una ricerca incessante attraverso tutte le tecniche. A questo tema fondamentale è ispirata la mostra che Palazzo dei Diamanti dedica ad un gigante della storia dell’arte moderna.
Oltre cento dipinti, sculture e opere su carta racconteranno l’avventura creativa grazie alla quale Matisse ha dato forma tangibile all’emozione risvegliata dai suoi modelli e al piacere stesso di ritrarli. Un’esplosione di gioiosa vitalità accende le icone giovanili, raggianti di colori puri, e fa danzare l’arabesco dei corpi nei capolavori della prima maturità. Lo stesso slancio percorre le opere dell’ultima fase, dove gli oggetti e l’ambiente sembrano risuonare dell’energia emanata dalla figura.

Il prezzo è contenuto (comprende autobus e visite guidate, partenza ore 8:00 da Piazza San Giusto a Gruaro; pranzo autonomo), quindi se siete interessati PRENOTATE !!

Per ulteriori informazioni o per aderire, potete commentare di seguito, contattarci, inviare un’e-mail a joyofliving[at]libero.itmavi2219[at]libero.it, telefonare al  347 8832885 (Gioia) o al 368 3599006 (Luisella).

Il sito della mostra:

http://www.palazzodiamanti.it/

Il sito web di Palazzo Schifanoia:

http://www.artecultura.fe.it/72/storia-di-palazzo-schifanoia

0

Visita guidata alla mostra “Il cammino di Pietro”, Illegio

Come pubblicato sulla nostra pagina facebook, segnalo a tutti i potenziali interessati che stiamo organizzando per domenica 23 giugno 2013 una visita guidata alla mostra “Il cammino di Pietro”, a Illegio, Tolmezzo.

Dal comunicato stampa del Comitato San Floriano:

guercino_le-lacrime-di-pietro-1650-circaVoluta dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione – responsabile degli eventi dell’Anno della Fede -, la mostra “Il Cammino di Pietro”, curata dal Comitato di San Floriano, giunge a Illegio dopo essere stata proposta a Castel Sant’Angelo a Roma.
La mostra, rispetto alla versione esposta a Roma, si arricchisce di 14 opere nuove, ben più di quelle inizialmente disponibili per il prolungamento friulano dell’esposizione.
Quaranta opere, da Oriente e Occidente, che percorrono la storia della cristianità dal IV fino al XX secolo: dipinti e sculture di artisti d’eccezione quali Lorenzo Veneziano, Benvenuto Tisi detto il Garofalo, Gerrit van Honthorst, il Guercino, Simon Vouet, Battista Caracciolo, Dirk Van Baburen, Mattia Preti, Vasilij Dmitrievic Polenov, Eugéne Burnand. Tra le opere in esposizione, diversi inediti che saranno di particolare interesse per gli storici dell’arte.
Dal punto di vista strettamente artistico, la mostra si pone l’obiettivo di confrontare le principali iconografie della figura di Pietro, nell’accostamento di stili, scuole e autori provenienti da tutta Europa, raccontando l’evoluzione dei linguaggi artistici e simbolici dedicati alla narrazione agiografica esemplare della fede del principe degli Apostoli. Opere che catturano il visitatore e lo rendono protagonista insieme all’apostolo Pietro del suo percorso interiore.

Dopo la mostra ci recheremo a Osoppo, per una visita alla Fortezza e ai camminamenti.

Il prezzo è contenuto (comprende autobus e visite guidate, partenza ore 8:00 da Piazza San Giusto a Gruaro, pranzo incluso ma opzionale).

Per ulteriori informazioni o per aderire, entro il 9 giugno 2013, potete commentare di seguito, contattarci, inviare un’e-mail a mavi2219[at]libero.it o a joyofliving[at]libero.it o telefonare a Luisella al 368 3599006 o a Gioia al 347 8832885.

Il sito della mostra: http://www.illegio.it/

Aderite numerosi!

0

Mostra personale di Infantíno, 3-31 maggio 2013, Portogruaro

Volentieri segnaliamo la personale del nostro sodale Infantíno.

Personale Infantino Portogruaro

Autodidatta, Infantíno da tempo coltiva – seppure saltuariamente – il piacere del dipingere, nella consapevolezza però di non avere nulla della figura eccentrica dell’artista, incoraggiato comunque dal sostegno di amici e sodali, estimatori della sua sporadica produzione.

Si presenta ancora una volta “Ai Portici” con una serie di acquarelli per l’affettuosa pressione dei suoi quattro estimatori.

La sua visione tradizionale dell’arte è radicata nell’antica idea italiana della solidità originaria delle cose visibili e ruota intorno al concetto che nel loro muto e solenne rapporto con l’uomo, che ci sta di fronte, sia racchiusa una realtà altra, seconda.

L’occhio umano si accentra sulla tacita vita delle cose, dei paesaggi o delle figure e vi si immerge incondizionato in un silenzio senza inquietudine.

per arrivare: http://www.aiportici.net/info.htm

  Personale Infantíno 'Ai Portici', Portogruaro (912,3 KiB, 395 download)

0

Visita guidata alla mostra “Raffaello verso Picasso”, Vicenza – RINVIATA al 30 dicembre!

Rettifica del 10/10/2012 di jetto:

Come già aggiornato sulla nostra pagina facebook, avvisiamo con urgenza quanti  interessati che la visita guidata alla mostra (link al catalogo) ed al Teatro Olimpico di Vicenza, originariamente prevista per domenica 11 novembre 2012, è stata rinviata a domenica 30 dicembre 2012 (ultima data utile).

Il rinvio è dovuto a motivi indipendenti dalla nostra volontà.

Attendiamo conferma dell’adesione già data, od eventuali disdette, entro il 20 ottobre 2012 (saremo presenti dalle ore 10 alle 13 presso la Sala delle Associazioni, in Borgo Medievale, Gruaro). Potete inviare un’e-mail a: mavi2219[at]libero.it o a joyofliving[at]libero.it o telefonare a Luisella al 368 3599006 o a Gioia al 347 8832885.

Ci scusiamo per l’eventuale disagio occorso.


Come già pubblicato sulla nostra pagina facebook, segnalo a tutti i potenziali interessati che stiamo organizzando per domenica 11 novembre 2012 una visita guidata alla mostra (link al catalogo), alla Basilica Palladiana di Vicenza.

Il titolo scelto è Raffaello verso Picasso, cioè il lungo percorso che dal senso di una perfezione delle forme giunge fino alla rottura di quella stessa forma, con la ricerca cubista novecentesca. Sviluppata in quattro ampie sezioni tematiche, e quindi senza seguire semplicemente la pura cronologia, racconterà quella vicenda attraverso immagini celebri. Che dai ritratti e dalle figure per esempio di Raffaello, di Botticelli, di Mantegna, di Bellini, di Giorgione, di Tiziano, di Dürer, di Cranach, di Pontormo e poi di Rubens, Caravaggio, Van Dyck, Rembrandt, Velázquez, El Greco, Goya, Tiepolo arriverà fino agli impressionisti da Manet a Van Gogh e ai grandi pittori del XX secolo da Munch, Picasso, Matisse e Modigliani fino a Giacometti e Bacon.

Dopo la mostra visiteremo anche il Teatro Olimpico, famosa opera architettonica di Andrea Palladio, una delle delle meraviglie artistiche di Vicenza.

Il prezzo è contenuto (comprende autobus e visite guidate). Partenza ore 8:00 da Piazza San Giusto a Gruaro, pranzo autonomo.

Per evitare defezioni dell’ultim’ora e per confermare la propria partecipazione, è previsto il versamento di una caparra di € 20,00, da consegnarsi il giorno 20 ottobre 2012 dalle ore 10 alle 13 presso la Sala delle Associazioni, in Borgo Medievale, Gruaro.

Per ulteriori informazioni e per aderire, entro e non oltre il 20 ottobre 2012, potete commentare di seguito, contattarci, inviare un’e-mail a mavi2219[at]libero.it o a joyofliving[at]libero.it o telefonare a Luisella al 368 3599006 o a Gioia al 347 8832885.

Il sito della mostra: (link al catalogo)

Il sito del Teatro Olimpico: http://www.teatrolimpicovicenza.it/

0

Visita guidata alla mostra “I bambini e il cielo”, Illegio

Come già pubblicato sulla nostra pagina facebook, segnalo a tutti i potenziali interessati che stiamo organizzando per domenica 17 giugno 2012 una visita guidata alla mostra “I bambini e il cielo”, a Illegio, Tolmezzo.

La mostra affronta il tema dell’iconografia del fanciullo nella storia sacra, dipanando il suo racconto tra alcune iconografie familiari e altre rarissime.
Si potranno ammirare 80 capolavori, dal I secolo a.C. fino al Novecento, provenienti dalle sedi museali più prestigiose d’Europa, tra cui: il “San Cristoforo” di Lucas Cranach il Vecchio, “La preghiera di Abramo e Isacco” di David Teniers il Giovane, “La Natività” dell’atelier di Hans Memling, la “Madonna del Pollice” di Giovanni Bellini, il grandioso “Venere e Mercurio presentano Cupido a Giove” di Paolo Caliari detto il Veronese e le quattrocentesche terracotte dipinte da Giovanni della Robbia e Benedetto da Majano.

Dopo la mostra ci recheremo quindi a Venzone, famosa cittadina delle Prealpi Carniche, monumento nazionale dal 1965, distrutta dal terremoto del 1976 e poi fedelmente ricostruita.

Il prezzo è contenuto (comprende autobus e visite guidate, partenza ore 8:30 da Piazza San Giusto a Gruaro, pranzo a parte). Per evitare defezioni dell’ultim’ora, è previsto il versamento di una caparra di € 15,00.

Per ulteriori informazioni o per aderire, entro e non oltre il 1° giugno 2012, potete commentare di seguito, contattarci, inviare un’e-mail a mavi2219[at]libero.it o a joyofliving[at]libero.it o telefonare a Luisella al 368 3599006 o a Gioia al 347 8832885.

Il sito della mostra: http://www.illegio.it/

3

“Dal post-impressionismo alle avanguardie”, tre serate sull’arte contemporanea, a cura di Gioia Artico

Siete tutti invitati al seminario in tre serate dal titolo: “Dal post-impressionismo alle avanguardie. Viaggio nell’arte contemporanea”, condotto e curato da Gioia Artico.

In tre incontri cercheremo di far comprendere, attraverso l’analisi delle opere di vari artisti, il clima culturale in cui nascono le avanguardie.

Verrano analizzate le caratteristiche dei movimenti per percepire le varie concezioni dell’arte di Cubismo, Metafisica, Surrealismo, Futurismo e tanti altri, ma verrà anche fatto notare come tutti questi movimenti abbiano in comune la volontà di cambiamento che porta ad una visione dell’arte completamente nuova.

Gli incontri si terranno a cadenza settimanale: venerdì 20 aprile 2012 (), venerdì 27 aprile 2012 () e venerdì 4 maggio 2012 (), alle ore 20:45, presso la Sala delle Associazioni, in Borgo del Castello Medievale, a Gruaro.

L’ingresso è libero.

Alleghiamo la locandina e Vi aspettiamo numerosi!

  'Dal post-impressionismo alle avanguardie', a cura di Gioia Artico (466,4 KiB, 33 download)
Non hai il permesso di scaricare il file.

1

Visita guidata alla “Ca’ d’Oro” ed al Ghetto ebraico di Venezia – RINVIATA al 4 marzo!

Rettifica urgente del 31/01/2012 di jetto:

Come già aggiornato sulla nostra pagina facebook, avvisiamo con urgenza quanti interessati, che la visita guidata alla Ca’ d’Oro ed al Ghetto ebraico di Venezia, originariamente prevista per domenica 12 febbraio 2012, è stata rinviata a domenica 4 marzo 2012.

Il rinvio è dovuto alla concomitanza con il Carnevale di Venezia (volo della Colombina) e conseguenti difficoltà logistiche.

Attendiamo conferma dell’adesione già data (o da darsi) entro e non oltre il 16 febbraio 2012, inviando un’e-mail a mavi2219[at]libero.it o a joyofliving[at]libero.it o telefonando a Luisella al 368 3599006 o a Gioia al 347 8832885.


Come già pubblicato sulla nostra pagina facebook, segnalo a tutti i potenziali interessati che stiamo organizzando per domenica 12 febbraio 2012 una visita guidata alla Ca’ d’Oro ed al Ghetto ebraico di Venezia.

Dal sito della Ca’ d’Oro:

La Ca’ d’Oro, antica dimora patrizia del Quattrocento, raccoglie la collezione d’arte donata allo Stato dal Barone Giorgio Franchetti che acquistò l’edificio nel 1894.

In questa casa di stile gotico veneziano, attraverso suggestivi scorci architettonici, è possibile ammirare dipinti di scuola veneta tra i quali il celebre San Sebastiano di Andrea Mantegna, opere di scuola toscana e fiamminga, splendidi bronzetti e sculture rinascimentali.

Dal sito del Ghetto ebraico:

A seguito delle leggi emanate dal Governo della Serenissima Repubblica, il 29 marzo 1516 nasceva a Venezia il primo Ghetto d’Europa, una zona cioè dove gli Ebrei dovevano abitare e dalla quale non potevano uscire dal tramonto all’alba. Quest’area era chiusa da cancelli controllati da guardie e tutt’oggi si possono vedere i segni dei cardini di quei portoni. In quel tempo gli Ebrei avevano il permesso di esercitare solo alcune professioni e quindi erano medici, in quanto erano i più preparati e abili essendo in grado di studiare testi scritti in arabo, prestatori di denaro, perchè ai cattolici era vietato dalla loro religione, mercanti e “strazzarioli”, cioè venditori di stracci. Il Ghetto continuò poi ad esistere come tale per oltre due secoli e mezzo, fino a quando cioè nel 1797 Napoleone ed i francesi conquistarono Venezia e finalmente lo aprirono eliminando definitivamente ogni cancello: gli Ebrei furono così liberi di andare a vivere in altre zone della città.

Il prezzo è veramente contenuto (comprende viaggio in treno e visite guidate, partenza ore 9:00 dalla stazione ferroviaria di Portogruaro-Caorle; pranzo autonomo).

1

Visita guidata alla mostra “Gli anni folli”, Ferrara

N.B. update del 4 dicembre 2011: la comitiva è al completo, le iscrizioni sono terminate.

Come già pubblicato sulla nostra pagina facebook, segnalo a tutti i potenziali interessati che stiamo organizzando per domenica 18 dicembre 2011 una visita guidata alla mostra “Gli anni folli. La Parigi di Modigliani, Picasso e Dalì, 1918-1933”, al Palazzo dei Diamanti, Ferrara.

Dal sito della mostra:

All’indomani della Grande Guerra e fino primi anni Trenta, Parigi è in pieno fermento: la sua atmosfera cosmopolita, mondana e liberale, l’esplosione del jazz, i teatri, i caffè e le gallerie attraggono da ogni angolo d’Europa e d’America le più grandi personalità dell’arte, della cultura, della musica e dello spettacolo, in un clima di rinascita che fa della città il laboratorio internazionale della creatività. Monet, Matisse, Mondrian, Picasso, Braque, Modigliani, Chagall, Duchamp, De Chirico, Miró, Magritte e Dalí, sono i protagonisti di una grande mostra di Ferrara Arte che, racconta per la prima volta in Italia quel periodo aureo della ville lumière.

Ci sono ancora pochi posti disponibili ed il prezzo è veramente contenuto (comprende autobus e visita guidata alla mostra, partenza ore 8:00 da Piazza San Giusto a Gruaro; pranzo autonomo), quindi se siete interessati AFFRETTATEVI !!

Per ulteriori informazioni o per aderire, potete commentare di seguito, contattarci, aderire su facebook, inviare un’e-mail a joyofliving[at]libero.it o telefonare a Luisella al 368 3599006.

Il sito della mostra:

http://www.palazzodiamanti.it/

  Visita guidata alla mostra 'Gli anni folli', Ferrara (470,9 KiB, 42 download)
Non hai il permesso di scaricare il file.